RSPP esterno

L’ RSPP è il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione, la cui nomina è obbligatoria in tutte le aziende in cui sia presente almeno un lavoratore.
Per la definizione dell’ RSPP dobbiamo leggere l’art. 2 del D.Lgs.81/2008 e s.m.i., tale articolo definisce l’ RSPP come «persona in possesso delle capacità e dei requisiti professionali (…omissis…) designata dal datore di lavoro, a cui risponde, per coordinare il servizio di prevenzione e protezione dai rischi», che svolge “insieme a persone, sistemi e mezzi esterni o interni all’azienda attività di prevenzione e protezione dai rischi professionali per i lavoratori”.
Il datore di lavoro può autonominarsi RSPP, purchè abbia frequentato un apposito corso di formazione, nei seguenti casi:

  • Aziende artigiane ed industriali, fino a 30 addetti (esclusi gli impianti a rischio, le centrali termoelettriche, gli impianti e i laboratori nucleari, le aziende estrattive e le altre attività minerarie, le aziende per la fabbricazione ed il deposito separato di esplosivi, polveri e munizioni, gli ospedali e le cliniche).
  • Aziende agricole e zootecniche, fino a 10 addetti (addetti assunti a tempo indeterminato)
  • Aziende della pesca, fino a 20 addetti
  • Altre aziende, fino a 200 addetti

In tutti i casi in cui il datore di lavoro non possa autonominarsi o preferisca comunque non svolgere direttamente tale compito può nominare RSPP una persona interna o esterna all’azienda  in possesso di idonei requisiti.
Lo Studio può svolgere il ruolo di RSPP esterno per tutte le realtà aziendali.